Delitto e castigo

Un classico, una sicurezza. Un thriller esistenziale universale. Il romanzo del senso di colpa: la megalomania, l’azione irragionevole, la presa di coscienza della propria pochezza, i dubbi morali e i rimorsi che provocano effetti psicosomatici. Raskol’nikov, il protagonista forza i confini e commette un delitto partendo da motivazioni teoriche prima che economiche. Dostoevskij crede che l’unica possibilità di redenzione sia l’amore e dimostra che la pena non può essere espiata se non attraversando un deserto sconfinato di solitudine.