Ascolto il tuo cuore, città

Se anche la fotografia documentaria, pur nel suo approccio diretto con la realtà, non può esimersi da essere finzione, questo ‘libro-bibbia’ di Alberto Savinio è forse tra i pochi che ci aiutano nell’atto semplice e diretto del guardare a riscoprire il valore che può avere il rapporto affettivo con la città. Per raccontare la città, bisogna osservarne il corpo fisico con attenzione, bisogna saperla ascoltare, possibilmente in silenzio, lontano dal brusio e dal rumore di fondo. Bisogna provare a costruire un dialogo con i suoi luoghi, lasciare che lo spazio rilanci lo sguardo che le abbiamo rivolto per costruire una relazione possibile. La lezione di Savinio, nel campo della percezione dell’arte, continua oggi, al di là di ogni metafisica convinzione, ad essere attuale.