Oggetti e progetti

Con un’approfondita indagine critica, il volume descrive i momenti salienti della storia del famoso marchio italiano del casalingo,  che attraverso la propria epopea industriale e famigliare segna da molti decenni l’intera e più generale storia del design italiano.
Dall’epoca ante-guerra al famoso servizio da tè e caffè “Bombè” ideato da Carlo Alessi Anghini, attraverso il Bel Design, il controdesign ed il recente periodo eclettico, si arriva alle Nuove Istanze.
E’ su questa ipotesi del futuro che si concentra l’attenzione del curatore dell’opera, Alessandro Mendini, che con Alberto Alessi, ha selezionato dieci progetti inediti, destinati ad entrare nel mercato dal prossimo autunno. Si tratta di dieci istanze, ovvero di altrettante “ipotesi teoriche”, pensate per oggetti coerenti al miraggio di una positiva utopia umana.
Una sfida per i prossimi dieci anni, perché, per parafrasare lo stesso Alessi: “lo scopo del design in futuro sarà proprio questo: di trasformare il destino di gadget degli oggetti nella nostra società dei consumi in una opportunità transizionale, vale a dire in una opportunità per i consumatori di crescere e di migliorare la loro percezione del mondo”.