Il maestro e il suo diritto

Il droit de suite, il Diritto di seguito, concepito a tutela degli artisti, in Italia è legge dal 9 aprile 2006. I principali mercati d’arte, come Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia, hanno da tempo valutato gli effetti economici di tale diritto. A distanza di quasi quattro anni dal varo della legge, in Italia l’Associazione Nazionale Case d’Asta ha inteso fare il punto della situazione, proponendo all’Università di Bologna una ricerca, la prima del genere in Europa, alla quale hanno concorso le competenze di esperti in discipline economiche, giuridiche e aziendali, messe poi a confronto con le esperienze degli operatori del mercato dell’arte. Con puntuali indagini e rilevazioni statistiche, la ricerca illustra le differenti posizioni di chi ritiene che il diritto di seguito sia uno strumento inefficace e di chi sostiene invece che, nonostante i molti problemi d’attuazione della legge, un diritto tanto complesso (la cui forma attuale non è ritenuta definitiva neppure dal legislatore europeo) richieda un processo di implementazione per tentativi, errori e correzioni.