Heterotopia and the City

Eterotopia, che letteralmente significa ‘altro luogo’, è un concetto che in progettazione urbana descrive uno spazio ai margini della società civile e ordinata, ma che in realtà possiede più significati, a volte incompatibili. Il termine ha avuto un forte impatto sulla teoria architettonica e urbanistica fin da quando fu coniata da Foucault negli anni sessanta, ma rimane tuttora un dibattito aperto. Heterotopia and the City tenta di dare alcuni chiarimenti sul tema e indaga le eterotopie presenti nel mondo e nei luoghi contemporanei: nei musei, nei parchi a tema, nei centri commerciali, nei villaggi turistici, nei quartieri residenziali, nei centri benessere ecc.
Con contributi teorici, compresa una nuova traduzione del più influente testo di Foucault del 1967, Of other space, e saggi di noti studiosi, il libro propone una serie di case studies – dal Beaubourg di Bilbao – per sondare le (post) trasformazioni urbane in atto e per reindirizzare il dibattito sulla privatizzazione dello spazio pubblico.
Heterotopia and the City è un libro fondamentale per tutti coloro che desiderano capire la città e il suo significato nel contesto delle società emergenti.