Institutional critique

La “critica istituzionale” è una pratica artistica che riflette criticamente sul proprio ruolo nel contesto delle gallerie e dei musei e sul concetto e sulla funzione sociale dell’arte stessa. Questi aspetti hanno sempre fatto parte dell’arte moderna, ma hanno assunto una nuova urgenza verso la fine degli anni sessanta, quando – sotto la spinta dei movimenti sociali del tempo da un lato, e degli strumenti e delle tecniche messi in moto dall’arte concettuale  dall’altro – la critica istituzionale emerse come genere.
Questa antologia traccia lo sviluppo della critica istituzionale, in quanto disciplina artistica, dagli anni sessanta fino ad oggi, raccogliendo scritti e prendendo ad esempio quei progetti d’arte più significativi realizzati da artisti europei e nordamericani che più di tutti svilupparono ed estesero il genere. I testi e le opere incluse sono interessanti per la serie di prospettive e di posizioni che riflettono e per la loro influenza nello spingere i confini di quello che si intende per critica istituzionale.