©Ossip van Duivenbode

Spazio Ergonomico > 23 giugno > Biennale Danza

artisti events meetings
Last update 08/06/16
Segnala: su Twitter | su Facebook | ad un amico

scarica flash

Biennale Danza 2016

SPAZIO ERGONOMICO
Simposio di presentazione del progetto europeo
Ergonomica. Connecting dance and architecture in urban areas
a cura di Connecting Cultures e Elisabetta Consonni
Cà Giustinian | 23 Giugno 2016 | 10.30-13.30

Spazio Ergonomico è un breve convegno che inaugura il network europeo Ergonomica risultante dalla cooperazione di nove partner europei operanti nel campo delle arti performative e dell’architettura.

Ergonomica intende promuovere la relazione tra danza e architettura come strumento di rigenerazione urbana. Il titolo del progetto fa riferimento alla scienza dell’ Ergonomia che studia l’interazione tra il corpo umano e lo spazio costruito. Il progetto si situa nell’interfaccia tra il corpo umano organico capace di movimento funzionale e creativo e l’inorganica, stabile, temporaneamente eterna struttura architettonica.

La danza, presa in considerazione per la sua capacità di stimolare una coscienza incorporata dello spazio, è un potenziale strumento rigeneratore urbano e attivatore di un senso d’appartenenza allo spazio sia pubblico che privato. Dall’altra parte, il progetto si relazione all’architettura prendendo in considerazione la necessità insita in essa di processi di partecipazione e cooperazione tra architetti e city users nella costruzione di spazi più comprensibili e a dimensione umana, trovando negli approcci fenomenologici all’architettura il punto d’ incontro con la danza.

Considerando le due discipline come binomio, l’obbiettivo del progetto è quello di un mutuo scambio di teorie e pratiche tra le due che possa creare competenze specifiche nel settore della rigenerazione urbana.


Programma

10.30-10.40
Apertura del convegno con intervento di Virgilio Sieni, Direttore Artistico Settore Danza, Biennale di Venezia 2016
10.40-11.00
Intervento di Riccardo Blumer
11.00-11.15
Intervento di Maria José Martinez Sanchez
11.15-13.15
Presentazione dei vari partner
13.15-13.30
Dibattito sulle diverse prospettive rispetto al binomio danza-architettura

Moderano Elisabetta Consonni e Anna Detheridge


Partecipanti

Riccardo Blumer, architetto, designer e professore presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio (USI)
Andreea Capitanescu
, 4Culture, Bucarest, Romania
Elisabetta Consonni
, performer e coreografa, Italia
Anna Detheridge
, Connecting Cultures, Milano, Italia
Fatma Erkök
, Università Tecnica di Istanbul (ITU), Turkey
Luis Firmo
, Transforma, Torres Vedras, Portogallo
Petra Fornayova
, A.S.T. Contemporary Dance Association, Bratislava, Slovacchia
Marie Kinsky
, Spolek SE.S.TA, Praga, Repubblica Ceca
Maria José Martinez Sanchez
, Ph.D. MA Architetto e Space Designer, Madrid, Spagna
Anna Moro e Antonio E. Longo
, Politecnico di Milano-Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU), Italia
René Vlemmix
, Spring Performing Arts Festival, Utrecht, Olanda