Fatoumata Kandé Senghor, No Woman No Cry, frame da video, 2009

ANNULLATO – Fatoumata Kandé Senghor. Seeking the truth

FuoriLuogo incontri
Last update 30/04/10
Segnala: su Twitter | su Facebook | ad un amico

scarica flash

A causa della chiusura di alcuni aeroporti europei, dovuta alle ceneri del vulcano islandese, e della cancellazione di alcuni voli, l’incontro  previsto per il 18 maggio 2010 con l’artista senegalese Fatoumata Kandé Senghor e Lorenzo Fusi, secondo appuntamento del ciclo di FuoriLuogo|OutOfPlace, è stato annullato. L’incontro sarà rimandato a data da destinarsi.

Seeking the truth
un progetto di Fatoumata Kandé Senghor

interviene Lorenzo Fusi

Secondo appuntamento di FuoriLuogo|OutOfPlace 2010. “L’altra metà del contemporaneo”, ciclo di incontri per riflettere e discutere sul rapporto arte e conoscenza attraverso lo sguardo di sette artiste.

Fatoumata Kandé Sengor è una giovane artista senegalese il cui lavoro e la cui progettualità presentano interessanti sfaccettature e molteplici campi di applicazione: dal video al documentario, alla produzione di design e costumi. L’artista, attiva a Dakar, ha come obiettivo non solo il racconto e l’analisi sensibile di aspetti sconosciuti e complessi delle tradizioni del proprio paese, ma anche l’utilizzo della creatività, dell’arte e delle immagini per coinvolgere i giovani (e soprattutto le donne) nel cambiare il proprio futuro. Fondatrice attiva ed impegnata del Waru Studio a Dakar, svolge un importante lavoro di promozione di giovani artisti, fotografi e filmaker che operano in Senegal, li aiuta e li supporta nella realizzazione di progetti e nella promozione anche a livello internazionale.
Durante la serata verrà presentato al pubblico il video My piece of poetry sul rituale “bukut” della tribù Diola. Secondo la leggenda, il popolo Diola discende da due sorelle: Aguene e Adiambone. Le due sorelle si erano smarrite durante una gita sul fiume su una piccola barca da pesca. Aguene era finita in una regione denominata “Saloum” ed era diventata in seguito la progenitrice della tribù Sereer e Adiambone era finita nella regione di Casamance dove aveva fondato la tribù Diola.
Oggi la comunità Diola vive la sua quotidianità fra antiche persistenze e forti contaminazioni con la modernità. Il rito “bukut” racconta ciò che sopravvive dell’essenza della tribù Diola. Una cerimonia di iniziazione che protegge i riti e le usanze di questo popolo. E’ il momento più importante nella vita di un Diola. E’ un rito legato al bosco sacro, luogo nodale per tutta la comunità al quale si può accedere solo dopo l’iniziazione. Quando un giovane uomo lo attraversa potrà non solo avere il diritto ad una moglie ma anche dimostrare di essere davvero uomo, obbediente e fedele alla propria comunità.

FuoriLuogo | OutOfPlace 2010
L’altra metà del contemporaneo

A trent’anni dalla pubblicazione de L’altra metà dell’avanguardia – catalogo dell’omonima mostra curata da Lea Vergine nel 1980, pietra miliare nel campo della storia dell’arte moderna e contemporanea che ha messo in evidenza per la prima volta la ricerca delle artiste del Novecento – FuoriLuogo|OutOfPlace 2010 presenta al pubblico un ciclo di incontri con una generazione di artiste contemporanee con lo scopo di presentare una riflessione sulla loro ricerca e sul sistema artistico nel quale il loro lavoro si sviluppa.
Il fil rouge che accompagnerà le sette artiste di quest’anno sarà il delicato rapporto fra arte e conoscenza. FuoriLuogo di quest’anno intende porre l’attenzione sul processo di realizzazione dell’opera d’arte, quella modalità specifica di ogni artista di attingere a diverse sfere della conoscenza, dai diversi codici da cui dipende la percezione stessa.
Abbiamo deciso di presentare sette artiste la cui ricerca – pur con modalità, sensibilità e attitudini differenti – attraversa e indaga gli aspetti più complessi della conoscenza: dalla psicologia alla antropologia, dall’indagine storica alle neuroscienze, dalle scienze cognitive all’epistemologia. Il tentativo è quello, da una parte di costruire una discussione interdisciplinare in cui le artiste possano confrontarsi con relatori provenienti da vari ambiti di ricerca, dall’altro di avvicinare il pubblico ad una modalità di interpretazione del processo artistico contemporaneo complesso e appassionante.
L’intento non è quello di ricostruire una poetica o una visione “comune”all’universo femminile, ma di provare ad individuare quella sorta di attitudine all’approfondimento, alla conoscenza in delicato equilibrio fra la “creazione artistica” e il più complesso universo del sapere e della scoperta intellettuale.
FuoriLuogo|OutOfPlace
– ciclo di incontri organizzato da Connecting Cultures da aprile ad novembre 2010 – alla sua quarta edizione affronta le tematiche della contemporaneità attraverso un approccio interdisciplinare insieme ad artisti, studiosi, filosofi e critici.

18 MAGGIO 2010
Seeking the truth
h. 18.30, ingresso libero
Centro di Documentazione Arti Visive di Connecting Cultures
via Giorgio Merula 62, 20142 Milano

scarica il comunicato stampa_Seeking the truth
scarica il comunicato stampa FuoriLuogo 2010

col patrocinio di

logo-regione